Spigno Saturnia – Successo per la prima esercitazione di protezione civile comprensoriale 23 Maggio 2015

SPIGNO SATURNIA – Venti automezzi, 87 persone, 8 le associazioni coinvolte. Sono i numeri della maxi esercitazione svoltasi questa mattina a Spigno Saturnia che ha impegnato i volontari della protezione civile di tutto il sud pontino. Per la prima volta le associazioni del Golfo (Angeli dell’Ambiente di Spigno Saturnia, Coi di Minturno, Aego di Castelforte, Gari ’88 di Santi Cosma e Damiano, Ver di Formia, Eri di Itri, Fenice di Gaeta, Ecs di Scauri) hanno operato in sinergia durante un’esercitazione che ha impegnato un vasto spiegamento di forze in campo in diversi scenari, alcuni molto impegnativi, con simulazione di situazioni emergenziali di Rischio Idrogeologico e Alluvionale.
I volontari sono stati impegnati fin dalle prime luci dell’alba per un avviso di allerta meteo con uno stato di preallarme per forti precipitazioni previste nel sud della provincia di Latina. E ancora, evacuazione dei bambini dalle scuole, che sono stati molto diligenti e ordinati con alloggiamento temporaneo nelle tende.

Impegnativa anche la situazione di ostruzione, causata da recente frana nel canale di raccolta delle acque piovane, provenienti dalle montagne circostanti. Le squadre hanno montato un campo d’accoglienza composto da quattro tende pneumatiche, una sala operativa di coordinamento, un posto medico e una sala radio.

Diversi gli scenari con i quali le squadre miste dei volontari si sono confrontati: il risanamento e ripristino fluidità del canale di scolo, utilizzando un’idrovora; una funivia montata sulle due sponde per permettere il trasbordo di materiali e persone rimaste isolate; messa in opera di idrovore e motopompe al fine di rallentare e scaricare il flusso di scolo, confluendo le acque in un canale adiacente; ricerca e recupero di una persona sepolta sotto un deposito agricolo a seguito del crollo dovuto ad uno smottamento, mediante rimozione a mano dei detriti e sollevamento delle parti pesanti tramite mezzi meccanici e puntellature.

Sul posto è stato presente anche il sindaco di Spigno Saturnia,Salvatore Vento, anch’egli impegnato nelle operazioni di soccorso. “E’ stata un’esperienza forte – ha dichiarato il primo cittadino –Vedere tutti questi volontari alle prime luci dell’alba impegnati con spirito di abnegazione è stato molto emozionante. Hanno dimostrato tutti molta esperienza, serietà e competenza. Ringrazio in particolare gli Angeli dell’Ambiente per avere portato questa prima esercitazione estesa a tutte le associazioni del sud pontino qui a Spigno Saturnia. Un modo per stringere sinergie e fare squadra. Anche i cittadini spignesi hanno accolto i volontari molto bene, mettendosi a disposizione”.

Da rimarcare che, nonostante siano stati invitati tutti i sindaci dei Comuni del sud pontino dai quali provengono le varie associazioni di protezione civile, non c’è stata la presenza di nessun rappresentante.

Anche alcune ditte locali hanno dato una mano: la Maso Srl ha fornito un trattore con rimorchio per trasportare i detriti, l’Autodemolizioni Zegarelli una vecchia Fiat Panda che è stata utilizzata per essere sepolta durante una frana; e infine un privato cittadino ha messo a disposizione un terreno per compiere alcune simulazioni.

 

Fonte: Temporeale.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *